perchè aprire uno street food

Economico, creativo e dinamico: i 5 buoni motivi (e consigli) per aprire uno street food

Perchè aprire uno street food

Non chiamatela moda. Quello dello street food è un settore ormai consolidato, in continua crescita ed evoluzione, che piace sia a chi è del mestiere sia alle buone forchette. Qual è il segreto del suo successo? Bontà, genuinità delle materie prime e la possibilità di gustare ottime pietanze ovunque ci si trovi. Il cibo di strada è inoltre molto trendy e, grazie agli chef da marciapiede, la cucina sperimenta nuovi modi e occasioni di consumo.

In generale si conta che il giro di affari nel solo campo della ristorazione in Italia ammonti a 50 miliardi di euro. Quella del cibo, del resto, si dimostra da sempre una delle più importanti e preziose industrie del nostro Paese. Anche le attività di ristorazione mobile – lo street food appunto – stanno aumentando a dismisura. I cambiamenti del modo di socializzare nella società contemporanea si riversano inevitabilmente sulle modalità di fruizione della pausa pranzo. Aspetto questo che spinge gli operatori del settore a rinnovare la loro offerta gastronomica, non solo dal punto di vista degli ingredienti ma anche dei consumi con una migliore convivialità, una maggiore condivisione ed esperienze sempre più uniche. Ed è così che la cucina diventa smart, e la “street food mania” dilaga in ogni parte del mondo.

street food

Se prima era appannaggio esclusivamente di poche categorie, adesso sono le grandi catene e nuovi e piccoli imprenditori ad investire nel business del cibo di strada. Fermarsi per mangiare un boccone in una delle tante postazioni mobili – spesso si tratta di veicoli d’epoca dall’aspetto vintage – è un’esperienza che piace ai giovani ma anche agli adulti che tra un giro e un altro posso assaggiare specialità che nulla hanno da invidiare ai ristoranti stellati. E tante altre sono le ragioni che spingono sempre più persone a dedicarsi ad attività di questo tipo.

Ecco i 5 buoni motivi (e consigli) per aprire uno street food.

1. NUOVE MODALITA’ DI CONSUMO. Dimenticate i vecchi furgoni davanti agli stadi dove poter comprare di tutto, lo street food è molto di più di un semplice camioncino. È un modo nuovo di consumare e assaporare il pasto: più informale, più rapido e meno costoso. Attenzione, non si tratta di un semplice cibo da asporto, ma piatti deliziosi pronti per essere mangiati. Di solito sono venduti e preparati in strada, o in altri luoghi pubblici, in pittoreschi camioncini d’epoca molto colorati e arredati per attrarre e incuriosire i passanti. Non solo mezzi d’epoca, nei centri storici di alcune città, ad esempio, si è diffusa una tipologia di piccoli locali specializzati nella preparazione e vendita di cibi da mangiare in strada. Dipende quindi da come vorrete strutturare la vostra attività, se in formula itinerante e quindi con la possibilità di spostarvi in varie stradine oppure avere qualcosa di più fisso come un piccolo locale.

2. ECONOMICO. Per chi intende aprire un’attività legata alla ristorazione, lo street food è tra le soluzioni quella economicamente più vantaggiosa. Naturalmente le spese ci sono, ma saranno comunque di gran lunga inferiore ai costi di avvio di un’attività tradizionale. I costi di gestione saranno poi bassi, per non considerare quelli per il personale: decisamente minimi. Possiamo dire che l’investimento iniziale varia tra i 20mila e i 40mila euro fino ad arrivare, per i progetti più ambiziosi, agli 80mila euro. Tutto dipenderà, dunque, dalla scelta del veicolo, delle attrezzature e della complessità dell’allestimento. A questi va aggiunta una cifra di solito inferiore ai mille euro per la licenza e l’espletamento di alcune procedure burocratiche, incluse quelle per la somministrazione di bevande e alimenti. Sono senza dubbio costi assai più limitati di quelli necessari all’avviamento di ristoranti, bar e altre attività tradizionali.

3. PUNTARE SULLA QUALITA’. Gli ingredienti devono essere di prima scelta. La competizione in questo settore è ormai diventata molto forte, primeggia quindi chi offre prodotti gastronomici di un certo livello. E per farlo è necessario disporre di una qualità di ingredienti di altissimo livello. Chi ama la cucina, d’altronde, sa bene quanto sia importante la materia prima nella preparazione di ogni piatto ed è questa a fare la differenza tra uno street food e l’altro. Prodotti bio, del territorio e freschi sono imprescindibili per uno street food di successo. Inoltre la vostra attività potrebbe rappresentare un trampolino di lancio per farvi notare e aprire così un ristorante tutto vostro. Viceversa sono sempre più gli chef stellati che parallelamente ai loro locali aprono street food di alta gastronomia in versione low cost per dare nuova vita alla propria cucina e farsi conoscere da un pubblico più vasto.

4. VERSATILITA’ E CREATIVITA’. L’idea di rimanere sempre in uno stesso posto vi spaventa? Niente paura con questo tipo di attività potrete essere ovunque in poco tempo. La versatilità dello street food consiste proprio nell’avere un mezzo a disposizione con cui spostarsi nelle diverse strade e anche in diverse città. Potrete partecipare a fiere ed eventi e farvi conoscere da un pubblico trasversale, esportando ad esempio la vostra cucina regionale in altre località. Se invece optate per un locale fisso qui la parola d’ordine è: creatività. Giocate con gli arredamenti, con i colori, con i piatti. Il vostro estro e la vostra fantasia in cucina dovrà essere ben visibile non appena il cliente oltrepassa la soglia del vostro street food.

5. RAPPORTO DIRETTO CON I CLIENTI. È forse uno degli aspetti più gratificanti dello street food, il rapporto diretto con i propri clienti. Tra chef e consumatori non ci sono filtri, si possono immediatamente cogliere le reazioni dei fruitori non appena assaggiano ciò che è stato preparato, scambiare due chiacchiere e capire anche i vari gusti e le esigenze alimentari. Questo permette di adattare l’offerta alle preferenze reali della clientela. La possibilità di sperimentare si apre a nuove specialità gastronomiche da inventare e “cucire” proprio su ogni singola persona. Bando dunque alla monotonia e allo stile classico, solo chi osa vince.

Urban Street Food

Plaça Constitució 5, Es Mercadal, Menorca, Spain

Facebook
Facebook